Uno degli elementi più importanti quando si gioca a paddle tennis sono le pale, ma sapete di cosa sono fatte le pale? In caso contrario, ve ne parleremo qui. In questo modo è possibile scegliere le lame migliori per il proprio stile di gioco.

Materiali utilizzati per la produzione di racchette da paddle

Le racchette da padel sono composte da diversi elementi: il telaio, ad esempio, richiede determinati materiali, mentre l’interno utilizza la gomma. Qui vi diremo quali sono i materiali più comuni utilizzati per la produzione di racchette da padel.

Fibra di vetro

Considerata uno dei materiali più comuni nelle racchette da padel, la fibra di vetro si distingue per la sua resistenza, la sua relativa leggerezza e il suo prezzo accessibile. Il suo impiego si ritrova nella fabbricazione sia del telaio che del manico della lama stessa, conferendo struttura e resistenza al suo corpo.

Fibra di carbonio

La fibra di carbonio di ultima generazione è il materiale per eccellenza per le racchette da padel di alta gamma, poiché è molto resistente, forte e leggera. Se vi state chiedendo come si realizzano le racchette da padel in fibra di carbonio, sappiate che si segue un processo rigoroso che permette di incorporare la fibra nel telaio, conferendogli flessibilità e molta resistenza.

Gomma EVA

Utilizzato nell’anima delle pale delle pagaie, è uno dei materiali più importanti per le pale delle pagaie. Il suo scopo è quello di assorbire la forza dell’impatto, dando la possibilità non solo di controllare la palla, ma anche di proiettarla nuovamente. Inoltre, esistono gomme di densità diversa, progettate per stili di gioco differenti.

Gommapiuma

Quando si esaminano i materiali di cui sono fatte le mazze da padel, la gommapiuma svolge un ruolo molto importante, in quanto questo materiale è fatto per smorzare la forza e le vibrazioni che possono danneggiare il polso. Per questo motivo vengono utilizzati in parti come la maniglia, dove l’assorbimento degli urti deve essere molto più elevato.

Kevlar

Realizzato con fibre sintetiche intrecciate, il Kevlar è uno dei materiali più resistenti sul mercato. Nelle lame da paddle, il Kevlar conferisce una maggiore resistenza all’abrasione della lama; inoltre, viene combinato con materiali per la lama da paddle come la fibra di carbonio per offrire prestazioni professionali, migliore controllo, precisione, forza e durata.

Titanio

Una delle innovazioni più importanti del mercato è l’inserimento del titanio nei telai delle lame. Questo metallo non solo è molto resistente e può sopportare la corrosione dovuta all’umidità e al calore, ma è anche leggero e facile da modellare. Questo permette di creare un telaio ancora più robusto e resistente, senza rinunciare alla flessibilità e alla leggerezza.

Grafite

L’ultimo dei materiali che hanno a che fare con la fabbricazione delle mazze da padel è la grafite. La grafite è presente nel telaio, nella superficie e nel manico, in quanto aiuta a bilanciare la racchetta, oltre a conferirle una maggiore resistenza, essendo un materiale comune alle racchette da padel professionali.

Come vengono realizzate le mazze da padel?

Ora che sapete di cosa sono fatte le racchette da padel, è il momento di raccontarvi come si costruiscono le racchette da padel passo dopo passo.

Fase 1: progettazione

Il primo passo consiste nel creare un disegno 3D della lama, ricordando che esistono lame a goccia, a diamante, rotonde, ecc. Una volta generato il modello, il produttore procede alla creazione di uno stampo, solitamente in acciaio.

Fase 2: fustellatura

Con lo stampo pronto, gli operatori procedono al taglio degli strati dei materiali delle pale, ad esempio fibra di vetro, fibra di carbonio, gomma EVA, schiuma, ecc. Così come gli elementi da includere, come i rinforzi in titanio o grafite.

Fase 3: laminazione

Gli strati vengono disposti uno ad uno nello stampo utilizzando la resina epossidica come colla per legare saldamente ogni strato. In pratica, uno strato di materiale, uno strato di resina e così via vengono compressi insieme per formare una lama solida e robusta in un unico pezzo.

Fase 4: lavaggio

Una fase fondamentale della produzione delle mazze da padel è il lavaggio della mazza. Dopo la laminazione, possono rimanere residui di resina e polvere che influiscono sulla finitura finale e sulla resistenza della lama. A questo scopo, viene lavato con acqua e sapone a pressione e asciugato, proprio come in una doccia!

Fase 5: Priming

Il passo successivo nella realizzazione delle mazze da padel è il primer. Come per i veicoli, si applica una prima mano di primer, che forma una pellicola che aiuta a proteggere la lama, oltre a migliorare l’adesione di decalcomanie o vernici.

Fase 6: Decalcomanie

Una volta che il primer è asciutto, le decalcomanie vengono posizionate sui materiali della pala con l’ausilio di macchine speciali che aiutano a incollarle senza grinze. Le decalcomanie sono molto importanti, in quanto conferiscono stile e personalità alla racchetta da padel.

Fase 7: foratura del foro

Ricordate che vi abbiamo detto che le palette sono realizzate in un unico pezzo? Ora è il momento di creare i fori caratteristici delle pale. Uno speciale trapano ad alta precisione viene utilizzato per praticare i fori che conferiranno la necessaria resistenza e aerodinamicità alla racchetta da padel.

Fase 8: montaggio della spina e della cinghia

L’ultima fase della fabbricazione delle mazze da padel consiste nel posizionamento del tappo che va alla base della mazza da padel e la protegge per conferirle una maggiore resistenza, nonché del cinturino attaccato all’impugnatura che aiuta l’utente a controllarsi e ad essere sicuro.

Potrebbe interessarvi il nostro articolo sulle differenze tra carbonio 12K e 18K.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Abrir chat
1
¿Necesitas ayuda?
Chat en Línea